Gnocchi di lenticchie con cotechino e arance

Gen 12th

Non so perchè, ma appena termina la giornata del 6 Gennaio, i panettoni, pandori, cotechini..insomma, tutto il cibo tipicamente natalizio, sembra invecchiare di colpo. Già verso le 19.00 del 6 Gennaio, quello che fino ad un’ora prima era fresco, assume l’aria di un cibo che sta praticamente per scadere e che ci ritroviamo lì senza sapere bene come smaltirlo! In realtà magari la scadenza è del mese successivo ma credo che a questa specie di autoconvinzione contribuiscano anche le vetrine dei negozi: il 7 mattina ho visto le scatole dei cioccolatini pronte e in bella vista per essere acquistate per San Valentino e, sarei pronta a giurarci, qualche forno sta già preparando le frappe e le castagnole!

Faccio autocritica: avevo un bel pacco di lenticchie di Colfiorito e ieri sera lo guardavo pensando “e ora che ci faccio??”. Ho provato a fare una cosa che volevo tentare da tanto: gli gnocchi di lenticchie. Facilissimi e velocissimi (se escludiamo la cottura delle lenticchie e delle patate..ma tanto quello era in ogni caso un tempo da considerare) sono serviti anche a consumare un bel cotechino (il prossimo sulla lista nera del cibo-ormai-invernale :) ).

Ricetta: gnocchi di lenticchie con cotechino e arance Print This Post

Ingredienti

  • 2 hg di lenticchie già lessate
  • 3 hg di patate
  • 1 hg di farina 00
  • un cotechino
  • un’arancia
  • sale
  • pecorino

Procedimento:

Passare al passa verdura (o nel tirtatutto o nel minipiemer, etc) le lenticchie e versarle in una terrina. Appena le patate sono cotte, passarle nello schiaccia patate ancora calde e versarle sulle lenticchie. Aggiungere la farina e un pizzico di sale. Amalgamare bene il tutto fino ad avere un impasto omogeneo. Notare che non ho aggiunto uova perchè induriscono gli gnocchi. Se lavorate quando le patate sono ancora calde non avete bisogno di aggiungerle e gli gnocchi rimarranno morbidi. Far raffreddare l’impasto, formare tanti cilindri della misura desiderate e tagliare gli gnocchi. Tagliare il cotechino già cotto in tanti quadratini. Mettere dell’olio extravergine di oliva in una padella, versarli e farli insaporire per un minuto o due. Far bollire abbondante acqua salata e buttare gli gnocchi. Appena saranno venuti a galla, scolarli e versarli nella pentola col cotechino. Spolverare con del pecorino e la scorza di un’arancia grattugiata (ci sta benissimo!). Servire caldi. Quando il cotechino non sarà più disponibile, sostituirò con della salsiccia e così può diventare un piatto non solo natalizio ma invernale in piena regola!

Con questa ricetta partecipo alla raccolta Ricette con gli avanzi! de Lo scrigno delle bontà

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"