Il Master “conciati per le feste”: il buffet di Capodanno

Dic 22nd

Come si finisce un anno, che magari è stato difficile, pesante, da dimenticare etc etc? E come se ne inizia uno  nuovo, che sogniamo bello, appassionante, pieno di cose da ricordare?

Come si passa da un sentimento di stanchezza e pressione ad uno di rinascita e forza?

Ma con un party di capodanno all’insegna della luminosità, naturalmente :)

Contro il logorio della vita moderna, lo scintillio ci salverà.

E a prescindere dal tono scherzoso o dalla battuta, non starei a sottovalutare l’impatto che qualche ora di puro divertimento, sfavillio, buon cibo e buona compagnia possano avere sul nostro animo.

Bando quindi alla tristezza e lanciamoci in una festa luminosa, che termini un anno e ne inizi un altro. Parlo ovviamente della festa organizzata dalla sottoscritta per onorare la terza tavola del Master mtc (sempre guidato da Elisa Baker, Caterina Reviglio Sonnino e Alessandra Gennaro), dove è stato previsto un buffet di capodanno. Come tema, appunto, lo scintillio, e in particolare il mio invito sarà per uno “sparkling blue and gold party”.

Qualche palette, sui toni del blu ed oro, mi hanno dato l’idea di partenza per i colori della tavola e per gli inviti e in menù…con una novità, rispetto alle altre tavole (la country e l’elegante). Trattandosi di un buffet, ho anche previsto delle excort card, per lasciare modo agli ospiti di prendere il loro bigliettino e di sistemarlo sul posto preferito.

 

Tavola tutta sui toni dell’oro e del blu, quindi, con sempre qualche tocco di scintillio qua e là.

 

Per il menù del buffet, cedendo un po’ alle ultime mode del momento e approfittando, oltre che del marito sommelier, anche del fratello barman ho inserito dei cocktail creati appositamente per questo tipo di buffet. Sì avete capito bene, cocktail! Non siamo abituati a pensare al cockatail se non all’inizio della serata o alla fine, in realtà possono accompagnare tutta una cena, stando sempre attenti a non esagerare e contando sul proprio livello di resistenza.) Un cocktail ogni tanto può scaldare la serata e ben venga la sera di capodanno, no?

 

Ecco quindi il menù, con le sue varie sezioni:

Cannolo fritto con crema ai formaggi, pistacchi e menta

Financier al pomodoro con gelatina al pomodoro e alici marinate

Tarallino con gelèe di polpa di granchio

Cucchiaio di pasta frolla agli spinaci con mousse agli asparagi

Mini babà salato alla birra con crema al limone e mascarpone

Baci di dama croccanti al finocchio con crema alla zucca a rosmarino

Pane al cacao con muosse di foie gras

Mini piadine con cupola di verdure

Mini baguette alle olive con prosciutto crudo

Sbrisolona salata al parmigiano

Cake ai pomodori secchi e bacon

Maritozzo noci e uvetta con porchetta

Cartellette melanzana affumicata e provola

Patè di coniglio e nocciole in crosta

Culibiac di salmone

Gnocchi di ricotta al ragù di triglie

 Macaron liquirizia e anice

Bicchierini di panna cotta al macis e zabaione

Tartellette curd di limone e fragole

Sushi di ananas, gel di limone e timo

Cartellette meringate al lampone e cioccolato

Tartufi cioccolato e arancia

Bignè alle noci e caramello salato

Millefoglie al pralinato

 

Selezione di vini

Champagne Billecart Salmon Brut Reserve

Gewurtztraminer Hoffstatter Kolbenhof 2012

Passito di Pantelleria Donnafugata Ben Rye 2013

Selezione di Cocktail

Mojito ai fiori di sambuco (battuto di lime, zucchero di canna bianco, sciroppo ai fiori di sambuco, Hierba buena, rum Appleton signature blen, acqua frizzante, ghiaccio tritato)

Chocolate negroni (gin mare bitter, Campari, Frangelico, liquore al cioccolato)

Rose reception (battuto di lamponi, more, mirtilli, rosmarino, sciroppo alla rosa, Belvedere vodka triple sec, succo di cramberry, acqua tonica fever three)

Non metto mai i bicchieri, acqua e bottiglie sullo stesso tavolo del buffet, perché trovo sempre che sia più ordinato lasciare questa parte separata, su un altro tavolo. In questo caso (come avete potuto notare bnella foto più su, grazie alla mia ospite) ho sistemato anche le excort card, comode per gli ospiti che possono sistemarli, durante un buffet, nel posto a sedere che più preferiscono.

 

Piccoli pensierini per gli sopiti: un cioccolatino blu, perché il cioccolato non si nega a nessuno ma soprattutto un pacchetto di lenticchie fatto a Castelluccio di Norcia, perché anche nei momenti belli il nostro pensiero vada a chi forse, nello stesso momento, non ha molto da festeggiare.

E per dopo la mezzanotte, un paio di occhiali folli per il trenino/primo selfie dell’anno, ci vogliono.

E come ci si veste, dato il dress code ?

Be, come padrona di casa, non ho dubbi. Col blu e lo scintillio in agguato, sfrutto le cose che fa Luisa Beccaria, che amo moltissimo e che, guarda un po’, ha presentato una sfilata ricca di blu scintillante.

 

Per gli ospiti? In questo caso ho scelto un abito che ho fatto  direttamente indossare ad uno dei miei ospiti, ovvero mia sorella, già collaboratrice a pieno titolo quando si trattava di farmi da modella per il blog.

E che oro sia, con scarpe bianche e oro, altissime, di Cavalli.

Come regalo ai padroni di casa, una grappa italiana, la Berta Riserva del Fondatore.

 

E così, finita questa esperienza, avete tante belle tavole da cui prendere ispirazioni per le prossime feste! Correte a guardarle tutte!

P.S.: a casa nostra, per capodanno, tutti si mettono in ghingheri. E quando dico tutti, intendo tutti…

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"