Quiche al sapore di Brasile: latte di cocco e gamberi

Mar 19th

Il problema serio è che la Flavia mi ha fatto venire in mente tante idee su come usare la benedetta brisée di roux, sfida di questo mese dell’mtc. Torta salata o quiche, con le differenze del caso. Ma in mente ho almeno altre tre versioni. Non ho idea se riuscirò a farle tutte (ma la Flavia può tranquillamente cominciare a preoccuparsi per il proliferare di post da sorbirsi). Il progetto però c’è e le intenzioni anche!

Prendiamo questa quiche: con latte di cocco e gamberi. La suggestione è un po’ brasiliana perché fa tanto il verso a questa crema che avevo già usato l’anno scorso per una gara dell’mtc (tanto per cambiare).

DSC_0011-4_tn4

 

DSC_0017-4_tn4

 

DSC_0019-4_tn4

 

L’abbinamento latte di cocco, gamberi, cipolla mi era molto piaciuto. Non mi è sembrato vero di riproporlo in una quiche esotica, se vogliamo, con spezie sia nella brisée (la curcuma) che nel ripieno (il curry madras).

Quindi se quella precedente era la torta salata chic, questa è quella dal temperamento etnico. Che temperamento avranno le prossime tarte e/o quiche?

.

Quiche al sapore di Brasile: latte di cocco, gamberi e curry con brisèe alla curcuma

Prep Time: 20 minutes

Cook Time: 40 minutes

Total Time: 1 hour

Quiche al sapore di Brasile: latte di cocco, gamberi e curry con brisèe alla curcuma

Ingredienti

    Per la brisè
  • 250 g di farina
  • 150 g di burro, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito
  • 1 cucchiaino di sale
  • Un pizzico di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di latte freddo
  • Un cucchiaino abbondante di curcuma
  • Per il ripieno
  • 400 g di latte di cocco in lattina (è molto cremoso)
  • 2 uova
  • Un cucchiaino di curry madras
  • 100 g di gamberi già sgusciati e cotti al vapore
  • Una cipolla
  • Un cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • Un pizzico di peperoncino a piacere
  • Un cucchiaio di farina di cocco per decorare
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • Acqua q.b.
  • Sale q.b.

Procedimento

  1. Per la brisée, versare la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettere al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescolarli e lavorarli con la punta delle dita.
  2. Incorporare piano piano la farina e la curcuma, lavorando delicatamente l’impasto finché assuma una consistenza grumosa.
  3. Aggiungere il latte e incorporarlo delicatamente con la punta delle dita finché l’impasto comincia a stare insieme.
  4. Spingere lontano da voi l’impasto con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finché è liscio. Formare una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo fino all’uso.
  5. Per il ripieno della quiche, in un pentolino versare l’olio e far rosolare la cipolla tagliata in listarelle sottili ( anche tritata). Quando sarà diventate trasparente, il cucchiaino di concentrato di pomodoro ed, eventualmente, il peperoncino. Coprite con un po’ d’acqua e fate andare per qualche minuto.
  6. In una ciotola, versate il latte di cocco e le uova. Sbattete bene fino ad amalgamare. Aggiungete il composto di gamberi, il cucchiaino di curry e regolate di sale. Mescolate bene.
  7. Ricoprite una teglia imburrata (io ho usato una rettangolare di…) con la brisèe, che avrete precedentemente steso ad un’altezza di 2,5-3 mm (io stendo sempre fra due fogli di carta da forno, leggermente infarinati). Spargete i gamberi sulla base della tarte, lasciandone qualcuno per la decorazione. Versate il composto della quiche e mettete in forno a 170° per 30-40 minuti (dipenderà dal vostro forno: la crema non deve risultare più tanto liquida ma deve traballare leggermente al centro).
  8. Sfornate e lasciate intiepidire. Decorate con cocco rapè e gli ultimi gamberi rimasti e servite tiepida.

Notes

Al tempo totale va aggiunto il riposo della brisèe

http://www.cookingplanner.it/2015/03/19/quiche-al-sapore-di-brasile-latte-di-cocco-e-gamberi/

 

DSC_0058-2_tn4

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"