Granita di caffè e chantilly semiliquida al mascarpone di Montersino

Gen 24th

Non sono una particolare amante dei libri di Montersino. Anzi. Certi li ho comprati, provati e non graditi. Lo ammetto. E ora linciatemi pure perché è vero: non sono una sua fan, o quantomeno , una fan dei suoi libri perché non sempre mi sono trovata bene con le ricette. Sarà un mio limite.

Però ultimamente mi avevano parlato bene (molto bene e la cosa veniva da persona fidate cioè lei e lei) di due in particolare e, come al solito, non mi sono fatta pregare due volte e me li sono comprata. Uno è Tiramisù e chantilly.

DSC_1381_tn 3

 

Ora dirò una cosa per cui rischio la decapitazione ma faccio un atto di coraggio: il tiramisù è uno dei dolci più sopravvalutati dell’universo e, soprattutto, peggio eseguiti.

Detto questo, Montersino ci dedica la metà di un libro e non mi dispiaceva affatto avere ricette affidabili per un tiramisù buono e sicuro (perché con estrema facilità si servono uova crude a chicchessia).

Veniamo a questa: bicchiere trasparente con sotto granita di caffè e sopra una crema al tiramisù, spolverata di cacao. E dai che fa pure scena, no?

Granita di caffè e chantilly semiliquida al mascarpone di Montersino

Granita di caffè e chantilly semiliquida al mascarpone di Montersino

Ingredienti

    Per la granita (mia ricetta)
  • 400 g di caffè espresso
  • 100 g di acqua
  • 60 di zucchero
  • Per la base di tiramisù pastorizzata
  • 175 g di tuorli (circa 8)
  • 340 g di zucchero semolato
  • 100 g di acqua
  • 1 baccello di vaniglia
  • Per la chantilly semiliquida al mascarpone
  • 500 g di mascarpone
  • 300 g di base tiramisù pastorizzata
  • 500 g di panna montata

Procedimento

  1. Per la granita di caffè, mettere in un pentolino l’acqua e lo zucchero.
  2. Mescolare bene e portare a ebollizione. Far bollire per un minuto e aggiungere al caffè espresso.
  3. Mettere nella gelatiera fino ad ottenere la granita oppure, come nel mio caso, mettere nel congelatore e rigirare bene con il cucchiaio ogni 20 minuti fino ad ottenere la consistenza desiderata (3 o 4 volte basteranno)
  4. Per la base pastorizzata, in un pentolino portare alla temperatura di 121° l’acqua con lo zucchero, mescolando bene.
  5. Nel frattempo, versate i tuorli in planetaria, insieme ai semini di vaniglia, e cominciate a montare.
  6. Aggiungete lo sciroppo a 121° mentre montate i tuorli e continuate fino al raffreddamento. A questo punto la patè a bombe sarà pronta come base per il vostro tiramisù.
  7. Unite il mascarpone facendo andare la planetaria a velocità ridotta.
  8. Aggiungete la panna precedentemente semimontata, pochi cucchiai alla volta per evitare che si smonti il tutto. E mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
  9. Per il montaggio del dolce, versate la granita sul fondo dei bicchieri, colatevi sopra la chantilly (per le proporzioni, a seconda del gusto), spolverate con il cacao e servite.
http://www.cookingplanner.it/2014/01/24/granita-di-caffe-e-chantilly-semiliquida-al-mascarpone-di-montersino/

DSC_1378_tn 3

 

DSC_1373_tn 3

 

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"