Aperitivo espresso

Mar 10th

Mia sorella, ovvero la Zia d’America, quella che era andata a studiare ortopedia per un anno in Iowa, è tornata e quindi può di nuovo essere definita, a buon diritto, la zia d’Italia, anzi di più la zia di Roma. A dire il vero, è tornata a Dicembre. Ma evidentemente ha deciso che in ospedale deve recuperare il tempo perduto, dato che la vedevo e la sentivo più prima con Skype che ora. Ieri era uno di quei rari pomeriggi in cui siamo potete stare insieme. Era qui che giocava con i bimbi e sgranocchiava degli snack quando si è messa a guardare un sito segnalato sulla scatola e in particolare gli Iteneriari dello sfizio (qui quello segnalato da Cavoletto): sono alcuni itinerari gastronomici segnalati da molti blogger che riguardano tantissime città italiana. Abbiamo concluso che è una vita che non facciamo un “giro gastronomico” per Roma e che gli aperitivi ci mancano un bel po’. E’ pur vero che noi siamo abituate a prendere un aperitivo solo durante le ferie, quando il tempo lo permette, e che  gli aperitivi in vacanza al sud sono bene diversi da quelli romani: triangoli di pizza margherita, pane bruscato con provola e pomodoro, soppressata e fichi del Cilento.. un po’ mediterraneum style! Fatto sta che la sorellina se ne esce con un “sai che c’è? Preparalo tu un aperitivo! C’hai un blog di cucina..saprai fare due cose originali”… humm … mi sfidava e anche apertamente!

“ok, se mi dai una mezz’oretta esco e vado dal mio alimentar…” “eh no! Così son bravi tutti! Tu devi fare un aperitivo con solo le cose che hai a casa e senza cucinare … dammi qualche idea facile e veloce … che io lavoro sa!” Eh sì … perché invece io ho tempo libero a iosa! Comunque … il dado era tratto e quindi avevo 29 minuti di tempo per inventarmi qualcosa! Per risparmiare tempo, le ho preso la scatola con le schiacciatine già pronte ( che per l’appunto, erano proprio queste, le schiacciate di Olivia e Marino) e poi via, alla ricerca dell’ingrediente perduto.

In pratica, oggi niente ricette perché in realtà sono cose talmente facili che è inutile stare a scrivere troppo! Della serie: come fare un piccolo e grazioso happy hour dentro casa senza tanti perché! E alla fine anche la zia di Roma ha gradito.

Per cominciare, schiacciatine con salame, ricotta e tè matcha (l’elemento etnico ci sta … fa tanto chic!)

Proseguiamo poi con schiacciatine con mostarda di mele e cacio ricotta (e così uniamo il sud e il nord…politically correct)

Il classico: schiacciatine con cioccolato fuso (avevo la mezza idea di temperarlo ma la sorella mi ha incenerito con lo sguardo), parmigiano stagionato di 18 mesi e mosto cotto

Ancora più classico: schiacciatine con cioccolato fuso, gorgonzola al cucchiaio (eccezionale) e noci pugliesi

Per finire: schiacciatine con ricotta, curry e gamberetti

 

…e tanto per ricordare le nostre origini, schiacciatine all’olio con ‘nduja calabrese  e olive taggiasche!

Con queste facilissime e velocissime idee (ho anche risparmiato 6 minuti), rigorosamente preparate ad occhio e seguendo il gusto personale, vi auguro un buon weekend!

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"