Di Mozzarella, Pizza e Strade

Feb 28th

Difficilmente è possibile trovare, in fatto di cibo, un matrimonio così riuscito come quello fra la pizza e la mozzarella. E l’hanno capito benissimo tutte quelle persone che organizzano quello che , per me, resta il salone del cibo più bello del sud e fra i primi 3 in Italia: Le strade della Mozzarella.

Il Salone si avvicina: dal 6 all’ 8 Maggio, in quel di Paestum,  andrà in scena Sua Maestà la Mozzarella di Bufala accompagnata da una corte di alto rango: la pizza, fatta dai migliori pizzaioli artigiani campani ma non solo, la pasta, rappresentata da una casa come la Leonessa, sinonimo di grande qualità, e tanti tanti prodotti di eccellenza. Ci saranno grandi chef ad interpretare la mozzarella, con un programma mai così ricco, e tanti giornalisti, critici enogastronomici, blogger e appassionati che, tutti insieme, discuteranno, studieranno, mangeranno per capire come supportare al meglio un settore che da solo potrebbe trainare la nostra economia ( e Dio solo sa quanto ne abbiamo bisogno, mi verrebbe da aggiungere).

persone mix

Luciano Pignataro, Antonio Lucisano, Albert Sapere, Barbara Guerra

A Roma, il 26 Febbraio, presso Romeo (locale delizioso, un po’ alimentari gourmand, un po’ bar, un po’ ristorante o luogo di incontro, aperto dalla bravissima e stellata Cristina Bowerman insieme a Pierluigi e Alessandro Roscioli),  Barbara Guerra e Albert Sapere, infaticabili e accorti organizzatori de Le Strade, hanno presentato Il Prossimo Salone della Mozzarella. Chairman della presentazione era Luciano Pignataro, che con la solita verve ha introdotto e intervistato  3 grandi maestri della pizza (anticipazione di tutti quelli che vedremo al salone): Pierluigi Roscioli, Franco Pepe e Lello Ravagnan. Tre artigiani,  tre modi diversi di interpretare la pizza.

romeo 1 mix

Da Romeo con Cristina Bowerman

DSC_2982

DSC_2978

DSC_2985

Da brava romana, conosco Roscioli sia per la sua fama che per i vari assaggi protratti nel tempo. La pizza bianca romana, di cui Roscioli è ambasciatore, è lo street food capitolino per eccellenza. Mangiarla, oltre che con la classica mortadella (sempre un enorme piacere) farcita con mozzarella di bufalo DOP condita con olio e sale…è qualcosa che riconcilia col mondo.

DSC_3022

Cristina Bpwerman e Pierluigi Roscioli

 

DSC_3024

Pierluigi Roscioli

 

DSC_3004

pizza bianca con la mortadella di Roscioli

Lello Ravagnan è quello che non ti aspetti e che ti sorprende piacevolmente: insomma, parlando di pizza non ti immagini certo un pizzaiolo veneto con un locale a Mestre. Eppure lui è lì che si preoccupa di fare una pizza con materie prime di eccellenze (condita con prodotti del sud perché, dice Lello, “sono più solari e adatti alla pizza”) che sia particolarmente digeribile. Si preoccupa della notte che passerà il suo cliente, insomma. E questo a dimostrazione che l’amore per la pizza non ha confini: il cuore resta Napoli ma la passione si estende ovunque.

DSC_3030

Franco Pepe e Lello Rovagnan

 

Franco Pepe. L’ho conosciuto l’anno scorso, lui e la sua pizza..ed è stato amore al primo assaggio! Franco Pepe è uno che si mette in gioco, sempre. Anche alla presentazione, dove ha esordito dicendo che avremmo assaggiato delle sue cose, anche se non garantiva il suo solito livello per la ovvia mancanza del forno a legna. Mi ha detto che non era contento della cottura del suo calzone ripieno: per me resterà uno dei ricordi gastronomici più belli che ho…figuriamoci cosa succederà quando assaggerò la pizza nel suo locale!

DSC_3033

Franco Pepe

DSC_3034

il calzone ripieno di Franco Pepe

 

Antonio Lucisano e Domenico Raimondi, rispettivamente Direttore e Presidente del Consorzio della Mozzarella di bufala campana DOP, hanno raccontato degli sforzi fatti e di quelli che si faranno e che si devono fare, da parte di tutti, per portare avanti un progetto così importante come la produzione della Mozzarella e non solo della Mozzarella, ma di tutte le biodiversità di eccellenza del sud Italia.

Insomma, se ce ne fosse stato bisogno, in questo evento sono riusciti a creare una notevole attesa per le giornate di Maggio.

DSC_2989

 

DSC_2993

DSC_3021

DSC_3019

Prodotti di eccellenza dicevamo: la pasta Leonessa. No, non faccio pubblicità progresso e non ho, ahimè, la dispensa piena di pacchi di pasta Leonessa ( e dire che mi piacerebbe). Ma è di una qualità tale che come sponsor delle mozzarella di bufala DOP ci sta proprio a pennello. E il connubio pasta mozzarella è un altro di quelli da far sognare…ne vedremo delle belle da qui alle Strade.

leonessa mix

Pasta Leonessa

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"