Loison: e la tradizione si rinnova

Apr 13th

Difficile comprendere il funzionamento di un’azienda se non ci si reca a visitarla: lo si può immaginare ma non se ne capiranno ma i meccanismi, i problemi, la vita reale. Sono stata molto contenta di aver avuto la possibilità di andare a “provare con mano” il lavoro della Loison. Che io sia una loro appassionata si sa: l’ho conosciuta in un posto e un momento dell’anno speciali, ho assaggiato diversi prodotti, preparato ricette, vinto un contest.

Mi è sempre piaciuto il loro lavoro artigianale esportato però su ampia scala. Non è facile mantenere certi standard quando si cerca di far conoscere il proprio prodotto in tutto il mondo (e non sto parlando di produzione seriale, cosa ben diversa..qui tanti passaggi sono ancora fatti a mano).

Quindi, ricevuto l’invito di Dario Loison, ho preso armi, bagagli e marito e mi sono diretta in quel di Costabissara (ovvero il paese delle magnolie: mai viste tante case con almeno una magnolia nel proprio giardino tutte insieme), nei pressi di Vicenza.

loison 6

Forse le immagini possono raccontare molto più delle mie parole ma provo a descrivere: già dalla strada si intravede il cartello con il nome, poi entri e vieni subito colpito dall’insegna del negozio, dalla decorazione natalizia ancora alla finestra, dalla casa che sai essere abitata da uno di famiglia (i genitori di Dario vivono proprio lì).E la forza di questa azienda è proprio la passione familiare, perché tutti son coinvolti, dai nonni al nipote, ognuno con un compito e un obiettivo e con tanto tempo sacrificato all’azienda. Casa e bottega , è proprio il caso di dirlo, con tutti le rinunce e i successi che questo detto porta sulle sue spalle.

loison 7

 

loison 5

 

loison 8

 

loison 9

loison 10

loison 11

Quando si entra nei laboratori si è avvolti dal profumo dei dolci: arancio, canditi, frolla, farina … sembra quasi che il caldo del forno (nel mio caso spento, perché era Sabato) continui ad avvolgere ogni momento della visita. E credo che questo sia “l’indizio” più importante del buon lavoro di un’azienda. Perché puoi avere un nome importante, una reputazione riconosciuta, un packaging straordinario … ma di dolci parliamo e senza quel profumo nulla avrebbe senso. Ma quel profumo invade la ditta, come anche la cucina in cui si fanno esperimenti quotidiani e si ricerca, anche il laboratorio in cui ho visto rinfrescare il lievito madre e i forni grandissimi in cui si cuociono panettoni, colombe & co.

loison 13

 

loison 14

 

loison 15

 

Dal punto di vista del consumatore (e io, posso dirlo, ne consumo di panettoni Loison :) ) è sicuramente importante toccare con mano tutto questo, perché rassicura. Ho conosciuto le persone che si celano dietro una mail o una telefonata e fa effetto verificare quanto, il lavoro di un’azienda familiare richieda impegno e sacrificio da parte di tutti, nessuno escluso. O quel panettone difficilmente lieviterà come merita e cuocerà come si deve.

Se passate da quelle parti, passate a trovarli: la porta sarà sicuramente aperta! Io intanto mi godo il ricordo dei crostini di panettone , e dei bigoli con asparagi bianchi e polvere di panettone (tanto per dire che non si mangia solo col dolce!)

loison 2

loison 3

 

loison 4

 

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"