Il tristororoscopo e una terrina per MTC

Mar 15th

Cari i miei lettori, ho notato un interesse sempre crescente per l’abbinamento segno zodiacale e cibo. Potevo forse farmi sfuggire l’occasione di abbinare una terrina, quale sfida dell’mtc presentata da quella splendida signora che è Giuliana, con le disavventure di ognuno di noi? Sì perché quello che state per leggere non è un oroscopo qualunque ma un Tristoroscopo con sottotitolo “maiunagioia”. A noi, le cose lisce, tranquille e serene ci fanno un baffo! A noi, dato che la sfiga ci corre dietro con la frusta, è dedicato questo oroscopo delle disavventure, per cui solo la terrina consigliata alla fine potrà salvarci!

Ariete: continua il periodo in cui, data la stanchezza, i figli, la vita frenetica, il corso di yoga e il raffreddore del gatto, di vestirvi bene non vi importa un tubo e andrete in giro con la nonchalance di Ugly Betty, se non fosse che il vostro capo, quello elegantissimo e da cui dipende il vostro futuro, entrerà nel vostro ufficio e vi convocherà di corsa nel suo, il tutto accompagnato da uno sguardo che Miranda Priestly mentre squadra dall’alto in basso Andrea de Il Diavolo veste Prada sembrerà la vecchietta buona che vi offre un tè in un freddo pomeriggio.

Caris consiglia: terrina “tutta in forma, con crosta a bustino”,  per ridarvi un tono

Toro: la primavera è arrivata e così la vostra stagione clou, quella in cui tutte le allergie ai pollini e alle graminacee vi saranno vicini, fedeli compagne, ogni ore del giorno e della notte. Il vostro partner, preso da un raro impulso romantico, vi porterà a fare un pic nic a sorpresa, provocandovi una crisi allergica pari al quarto grado della scala Mercalli. Per farvi star meglio, vi accompagnerà in una passeggiata tonificante fra l’ombra degli alberi, ma uno sciame di api vi inseguirà fino a farvi passare la voglia di parlare con la dolce metà per tutta la durata della primavera.

Caris consiglia: terrina “alle erbe”, per una cena da colpo di grazia.

Gemelli: il periodo fiacco dal punto di vista economico vi sta finalmente abbandonando per lasciare il posto a un vero e proprio periodo #demmerda (scusate la rudezza ma tant’è). Equitalia busserà alla vostra porta, il vigile con una multa busserà alla vostra porta, l’acea con un conguaglio busserà alla vostra porta e anche io potrei farci un pensierino.

Caris consiglia: terrina “non aprite quella porta”, che non si sa mai.

Cancro: evitando di fare facili battute sull’etimologia del vostro segno, la vostra carica di seduzione sarà pari a quella di un opossum che fa finta di essere morto. Vi passeranno davanti George Clooney,  Brad Pitt, l’idraulico con addosso solo la borsa degli attrezzi, che per voi avranno lo stesso effetto sulla libido di quello che avrebbe Bud Spencer in Lo chiamavano Trinità. Al partner non resterà che una minestra riscaldata, in ogni senso.

Caris consiglia: la terrina “tre settimane e mezzo”, quelle che passeranno prima che la situazione cambi

Leone: il vostro dottore sarà la vostra ombra, ma non sarà né muto né discreto. Con un tempismo degno di un centometrista, vi ricorderà che tempus fugit, che le vostre analisi hanno risultati che neanche il peggiore della scuola, e che pure il vostro cane non sta tanto bene. La voglia di cedere a gesti scaramantici sarà impellente, soprattutto quando vi consiglierà di ricoverarvi per risolvere il problema una volta per tutte (e qui, mi taccio)

Caris consiglia: terrina “doctor house”, che farà diventare il dottore bello come Gregory House (ma altrettanto simpatico)

Vergine: segno d’altri tempi, sarete circondati da persone amiche. Ma anche da persone nemiche. E pure dai vicini di casa. Sarete circondati insomma, e già sappiamo quanto la presenza di tutta questa gente, pronta a darvi consigli non richiesti, vi renderà felice. Perché sì, vi aspettano tempi di consigli su come cucinare, su come crescere i figli, su come spendere il vostro denaro e su come non spenderlo. Il vostro livello di sopportazione scenderà talmente verso il basso che farete concorrenza, vincendola, ai punti più bassi dell’Olanda sotto il livello del mare. Vorremmo essere tutti lì ad ascoltare le vostre riposte agli sprovveduti consiglieri.

Caris consiglia: terrina “allo struzzo”, perché chi vi circonda dovrebbe copiarne il modo di mettere la testa quando voi comincerete a parlare.

Bilancia: avrete voglia di mare, di avventura, di vento e di sole. Il periodo invoglia all’uscita e finalmente sentirete l’energia per uscire dal vostro letargo e i cieli prevedono un viaggio all’orizzonte. E poco importa se vi farete un taglietto per prendere tutta l’attrezzatura da spiaggia; poco importa che andrete di fretta e non vi interesserà mettere un cerotto; poco importa che per sistemare la sdraio rinnoverete la vostra ferita. Poco importa che un branco di squali stazionerà nel punto di mare… be sì, sarebbe il caso che ve ne importasse.

Caris consiglia: terrina di pesce, per migliorare l’accortezza e la memoria

Scorpione: il meccanico vi aspetterà a braccia aperte, riuscendo a tenere fra le dita la fattura che vi presenterà con un sorriso sulle labbra. Avete fatto un bel check up alla vostra automobile, ultimamente? No, certo, che domande. Ah, le disgrazie non vengono mai da sole e quindi , vedrete uscire dalla porta di casa l’idraulico, mentre sentirete al telefono il vostro partner parlare con l’elettricista. Non vi resterà che entrare in modalità Osho, mettervi un turbante in testa e accompagnare con la mano la frase “nun c’ho una lira pe’ piagne”

Caris consiglia: terrina di verdure di campo, economica. Molto economica.

Sagittario: avrete un’impellente voglia  di stare con i vostri figli (ma vale anche per nipoti o figli di amici, etc) e loro vi accontenteranno. Vi terranno occupati un pomeriggio ad ascoltare musica di Fedez, ballando la Dab dance e spiegandovi quanto siate imbarazzanti, alla vostra età, nel tentare di rifarla. Finito Fedez, la parte romantica del gruppo vi terrà impegnati con un cd dei Modà prima e de Il volo poi. Solo quando dimostrerete la volontà di suicidarvi, ritorneranno a Fedez, parlandovi della sua storia d’amore con la Ferragni e della profondità dei loro messaggi su instagram. La serata si concluderà con la promessa di regalarvi le scarpe della collezione della Ferragni, se siete donne, o la nuova linea di orologi di Fedez, se siete uomini.

Caris consiglia: terrina “si salvi chi può”, della serie desistete dal programmare l’invito, adducendo come scusa la preparazione della terrina più complessa che vi viene in mente

Capricorno: i vostri più cari amici vi includeranno in un gruppo whatsapp che ha per titolo La fenomenologia dei libri di Fabio Volo. Vi manderanno messaggi dalle 5 del mattino alle 23:40 della notte che neanche il gruppo di genitori della II B, e vi ritroverete invasi di citazione di Fabio Volo. Tenterete più volte di dire che siete troppi occupati per controllare il gruppo ma insisteranno che, senza il vostro illuminante parere, la conversazione non avrebbe lo stesso livello mentre la sera invocherete, accorati, lo spirito di Dostoevskij.

Caris consiglia: terrina “andate a zappare la terra”, con verdure appena colte.

Acquario: il vostro spirito organizzativo prenderà la meglio sul periodo di stanchezza. Avrete ragione dell’apatia del vostro partner e di quello delle amiche e riuscirete a convincerli. Sarete talmente convincenti che vi affideranno in toto l’organizzazione de La Qualunque, dall’uscita giornaliera del cane, al monitoraggio della pulizia dell’acquario, dalla serata indiana con finale al cinema, alle mail verso la società distributrice dell’acqua, che non ne vuol sapere di fornirvela. Vi troverete sommersi dalle cose da organizzare ma non preoccupatevi perché vostro marito vi porterà un degno aiuto per sbrigare tutte le pratiche: vostra suocera, la quale vi guarderà sempre con l’aria di chi vi ricorda che il figlio è solo in temporaneo prestito.

Caris consiglia: una terrina comprata, è tempo risparmiato

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Finito il tempo del Tristoroscopo, ovvero dell’Oroscopo Maiunagioia, dedichiamoci alla bellissima gara lanciata da Giuliana, ovvero le terrine. Io ho scelto una terrina in crosta , mentre sto aggiungendo alla lista dei desideri tutte le possibili terrine in terra cotta che vedo in giro, per future sperimentazioni. Ho scelto così una terrina in crosta. Si dà in caso che i francesi hanno il terribile vizio di presentare le terrine in crosta nel modo più mirabolante possibile. E quindi io, presa dal sacro fuoco della sperimentazione, ho voluto provare a fare una decorazione della terrina usando stampi di silicone propri della pasticceria. Alla domanda: “E’ facile usare stampi di Silicone?”,  rispondo con la serie di santi fatti scendere appositamente dal calendario per cercare di mantenere un minimo di precisione. Tengo a precisare che la crosta di questa terrina può essere tranquillamente effettuata nel modo più tradizionale possibile.

 

Comunque, ho usato per la crosta un tappetino ondulato per creare le onde superficiali. L’interno della terrina è composto da tre parti diverse con tre diversi colori. Si devono riempire i singoli stampi, congelarli e poi infilarli uno nell’altro a mo’ di Matrioska. Il ripieno è fatto da tre tipi di carne: vitello, maiale e agnello. Ho usato, tenendo sempre a mente le lezioni dell’amato Ottolenghi, un po’ di melassa di melograno per aromatizzare la carne  e diverse spezie. Come gelatina ho utilizzato una gelatina al passito di Pantelleria perché il passito è dolce e sta bene con il maiale, ha sentori di frutta secca e di fichi e starebbe stato bene sia con lo sciroppo di melagrano che con una salsa del contorno.

Come accompagnamento una melassa di fichi (fatta con i sacri fichi del mio albero e che sta bene un po’ con tutto, dai dolci, ai formaggi, alle carni) e, grazie alle indicazioni delle mie amiche Elena e Victoria, le chicche di patate fritte: per quanto mi riguarda, sono la scoperta dell’anno.

E quindi ecco la ricetta. AH, come dite, i Pesci?? Oddio, mi sono scordata I pesci!

Pesci: in questo periodo, come diremmo a Roma, “nun ve se fila nessuno”, praticamente passerete inosservati.

Caris consiglia: terrina multicolore, per un bel colpo d’occhio.

Con questa ricetta, partecipo alla sfida Mtc di questo mese

Il tristororoscopo e una terrina per MTC

Il tristororoscopo e una terrina per MTC

Ingredienti

    Pasta per pie alti di Michel Roux (bianca)
  • 500 g di farina 00 a basso W
  • 20 g di sale
  • 200 g di burro, tagliato a pezzettini e ammorbidito
  • 5 tuorli sbattuti con 125 ml di acqua fredda
  • Per la pasta verde
  • 125 g di farina 00 a basso W
  • 30 g di farina di spinaci
  • 5 g di sale
  • 50 g di burro, tagliato a pezzettini e ammorbidito
  • 1 tuorlo sbattuto con 30 ml di acqua fredda più qualche cucchiaio di acqua fredda secondo necessità
  • Per il ripieno
  • 300 g di carne di vitello macinato
  • 150 g di carne di maiale macinato
  • 80 g di carne di agnello fatta in piccoli pezzi 8ho preso quella che si usa per gli arrosticini)
  • 2 salsicce macinate per la parte centrale
  • 3 cucchiai di pan grattato
  • 50 g di cranberry disidratati (mirtilli rossi)
  • 3 cucchiai di melassa di melograno
  • Un cucchiaino di zenzero
  • Mezzo cucchiaino di cardamomo
  • Per la gelatina di passito di Pantelleria
  • 250 g di passito
  • 30 g di zucchero
  • 6 g di gelatina 200 B (va benissimo quella della Paneangeli in fogli)
  • Per gli accompagnamenti
  • Chicche di patate
  • Miele di fichi

Procedimento

  1. Per la pasta in bianco, versate la farina e il sale nella planetaria, aggiungete il burro e mescolate con il gancio a frusta; quando si saranno formate le briciole, mettete il gancio a foglia e versate gradualmente le uova e l’acqua, sempre continuando a mescolare. Una volta che si sarà formata una palla, avvolgete nella pellicola e mettete in frigo fino al momento dell’uso.
  2. Per la pasta verde, il procedimento è lo stesso, inserendo all’inizio la farina di spinaci e tenendo conto che, dato l’alto potere di assorbimento dei liquidi, potrebbe essere necessario aggiungere qualche cucchiaio in più di acqua fredda (da aggiungere rigorosamente uno per volta, per non esagerare).
  3. Per il ripieno, spellare le salsicce e condirle con un cucchiaio di sciroppo di melograno.
  4. Mescolare i tre tipi di carne, maiale, vitello e agnello. Condirli con il sale, il pan grattato e la melassa. Prenderne un paio di cucchiate e condirle con un cucchiaino di farina di spinaci. Riempire lo stampo di silicone più piccole, che costituirà il cuore della terrina e congelare. Una volta congelato, prendere lo stampo intermedio, riempirlo un po’ con la salsiccia, inserire il centro congelato e terminare con la precedente salsiccia condita. Mettere in congelatore anche questa sezione.
  5. Nel frattempo, condire la carne rimasta con lo zenzero, il cardamomo e i cranberry.
  6. Modellare la pasta bianca e verde nello stampo scelto, imburrato e infarinato, secondo le modalità preferite. Versare la carne per un terzo della terrina, inserire il centro congelato e terminare fino a lasciare un cm libero dal bordo. Con questa dose vengono una terrina grande e una più piccolina.
  7. Coprire con la pasta e fare un buco (io ho usato una bocchetta di metallo) per lasciar fuoriuscire il vapore e il liquido che si formerà. Mettere la terrina in forno già caldo a 180 gradi per i primi 30 minuti. Procedere a 160 per 45-50 minuti.
  8. Una volta cotta, tirarla fuori dal forno e, delicatamente, fare uscire il liquido in eccesso inclinando la terrina.
  9. Mentre la terrina cuoce, preparare la gelatina di passito: mettere in un tegame il passito e lo zucchero, portare a bollore e aggiungere i fogli di gelatina precedentemente ammollati in acqua fredda. Far freddare fino a rendere il liquido più consistente e poi versare pian piano all’interno del foro della terrina, usando la bocchetta di metallo come imbuto. prima di servirla, ho lucidato con un po' di gelatina neutra.
  10. Per gli accompagnamenti, friggere le chicche di patate in olio extravergine d’oliva.
  11. Versare un filo di melassa di fichi.
  12. Per la melassa di fichi, la scorsa estate ho riempito un pentolone grande con i fichi interi, aggiunto 2 bicchieri di acqua , lasciati a cuocere con fiamma bassa e coperchio, per ore.
  13. I fichi hanno tirato fuori molto liquido. Quando erano morbidissimi e quasi dimezzati d'altezza dal bordo della pentola ho spento il fuoco. A quel punto si mettono nello scolapasta con un peso sopra, e si lasciano scolare per tirare fuori tutto il succo possibile. La mattina dopo ho preso il succo, aggiunto un paio di cucchiai di zucchero e messo sul fuoco fino ad ottenere una consistenza cremosa (tenete conto che raffreddandosi diventerà ancora più denso quindi non esagerate con i tempi di cottura).
http://www.cookingplanner.it/2017/03/15/il-tristororoscopo-e-una-terrina-per-mtc/

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"