Lagane e ceci per l’mtc di Gennaio!

Gen 11th

Non potete immaginare la mia felicità quando ho saputo che la Vitto aveva nuovamente vinto l’mtc.

Punto primo: è di una simpatia travolgente. Incarna tutto ciò che un genovese deve essere, belin nel parlare compreso.

Punto secondo: è l’autrice di una delle gare dell’mtc che ho amato di più. Ovvero quella sua Pasqualina, torta che rimane fra le mie preferite

Punto terzo: sapevo che avrebbe tirato fuori una gara di sostanza.

 

DSC_1372

E così è stato: il minestrone e la zuppa. Ci capiamo? Argomento stupendo, tutto di tradizione ma apertissimo a sperimentazioni. Concreto e fantasioso alla stesso tempo. E, ditemi voi, c’è un argomento più adatto a Gennaio?

E allora, cara la mia Vitto, eccomi qui. Io proprio dalla mia tradizione sono partita, quella personale, della mia nonna. La famiglia di mio padre è di Sapri, splendido paese nel Cilento. E proprio del Cilento è questo piatto: lagane e ceci. Mia nonna lo faceva per premio, in barba al fatto che fosse uno dei piatti poveri della regione. Ma se uno ha gli in gredienti buoni, questi piatti sono straordinari.

Le lagane sono un tipo di pasta fatta a mano, dei maltagliati, anche se potrete trovare chi li fa più corti, chi più lunghi (quasi a simulare tagliatelle), chi più larghi chi più stretti. Insomma, rispettano la tradizione del vero piatto familiare (cioè ognuno ha la sua versione, rigorosamente giusta). Io ho dato la forma che ho visto dare a mio nonna e quindi non possono essere venuto altro che le migliori lagane possibili J

Un procedimento che ho sempre trovato bello è quello di fare la minestra da una parte e di soffriggere olio e rosmarino (ed eventualmente il peperoncino) da parte e da aggiungere sopra il piatto pieno di minestra.

In questo ultimo passaggio ho modificato solo una cosa: il rosmarino fresco, come tutte le erbe aromatiche, sviluppa i suoi aromi migliori fra i 30 e i 60 gradi, quindi ho tenuto l’olio sui 60 gradi e poi condito.

Con questa semplice ricetta partecipo all’mtc di questo mese!

mtc gennaio

Lagane e ceci

Lagane e ceci

Ingredienti

    Per le Lagane
  • Farina 0 200 g
  • Farina di semola 100 g
  • Acqua fredda quanto basta
  • Per i ceci
  • 200 g di ceci
  • 1 spicchio d’aglio
  • Un rametto di rosmarino
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Sale q.b.

Procedimento

  1. Mettere i ceci in ammollo la sera precedente (lasciarli circa 12 ore), sistemandoli in una bacinella piena di acqua. La mattina dopo bolliteli a fuoco lento finchè saranno cotti ma non eccessivamente morbidi (nel mio paese spesso la stessa acqua in cui sono stati in ammollo e ho sempre fatto così).
  2. Fate soffriggere l’aglio in tre cucchiai di olio e aggiungete i ceci con acqua fredda (regolatevi a occhio, considerando che in quell’acqua dovranno cuocere le lagane ma non dovrà risultare troppo liquido). Fate cuocere e insaporire.
  3. Prelevate 5-6 cucchiai ceci e frullateli con un pochino di acqua di cottura. Tenete da parte.
  4. Una volta raggiunto il bollore, aggiungete le lagane all’interno dei ceci e portate a cottura (ci vorranno pochi minuti). Aggiungete i ceci frullati. Regolate di sale.
  5. In un pentolino a parte scaldate l’olio (senza farlo soffriggere, sarebbe opportuno che non superasse i 60 gradi) insieme al rosmarino (e ad un po’ di peperoncino se piace).
  6. Versate la porzione di lagane e ceci nel piatto e insaporito con l’olio al rosmarino.
http://www.cookingplanner.it/2016/01/11/lagane-e-ceci/

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"