Crostatine pops

Apr 25th

Giuro che dopo queste la smetto. A me poi in genere le mandorle non fanno neanche impazzire nei dolci … le mangio ma non ci faccio follie. E invece questo mese giù a cucinare frangipane (qui e qui). Giro per i blog e trovo frangipane ovunque. Secondo me, un qualsiasi avventore della rete non vorrà più sentir nominare una frangipane per i prossimi anni. Ma ha ragione! E poi tutti a raccontare di questo fantomatico gruppo su FB in cui sarebbero presenti delle pazze scatenate che istigano alla preparazione delle frangipane per l’MT challenge di questo mese. Non sarà esagerato? Inoltre, da chi sarà composto questo gruppo? Da donne che non hanno un tubo da fare tutto il santo giorno e che si intrattengono con la cucina, neanche le peggiori puntate di Desperate Housewives???

Ebbene, sappiate che non è così…o  meglio..che è molto peggio! Quel gruppo esiste (lo so perché ne faccio parte … mi ha invitato la Ale, che la possino). Non solo. Ho avuto la bella idea di chiedere “che lavoro fate”?

E’ venuto fuori che molte MTC addicted sono: giudici, professoresse universitarie, biologhe (che studiano gli organismi più assurdi con nomi irripetibili), insegnanti del liceo, ingegneri, proprietarie di negozi che stanno aperti 20 ore su 24, etc etc…insomma, gente posata e seria che vi potreste immaginare più o meno come un esercito di signorine Rottenmeier… Ebbene, difficilmente mi sono fatta più risate in un gruppo! Sono di una simpatia e ironia disarmante! Ma non basta: ormai lo scopo dichiarato del gruppo è quello di far venire un colpo alle signore della giuria tutte (ovvero le 3 MT girls), che rischiano il coccolone ogni volta che vedono una ricetta in più da analizzare e valutare ai fini della gara! Il risultato è che questo mese c’era chi preparava frangipane fra la correzione di una tesi e l’altra, chi cercava abbinamenti inediti fra una relazione e una riunione, chi guardava le ricette postate dalla’aereo e così via. Quindi, per quanto mi riguarda, il fatto di averne postate solo due era quasi una vergogna, un’onta da lavare: chi sono io per evitare il sorriso di Alessandra e Daniela (che più che sorriso è una paresi) all’annuncio di una nuova frangipane per loro ?

Non sia mai detto che non mi impegno e quindi oggi, avendo solo a disposizione 3 ore e il mondo intero da sistemare, che ho fatto? Una nuova e piccola versione della frangipane! Stavolta ho pensato più al modo di servirla che alla novità di abbinamento … le Mt mi scuseranno per la pochezza!!!! Quello che ho deciso di fare erano le crostatine pop, ovvero come ti trasformo una crostata in un lecca-lecca! E siccome il passo-passo dell’altra volta vi è piaciuto, ho deciso che potrei candidarmi a diventare Nostra Signora dei Passo-Passo e di ripetere la cosa!

Qui di seguito vedrete come ho ottenuto delle crostatine pop: in pratica, due dischi di pasta frolla, frangipane, marmellata, stecchino..e via! Quando sono ben fredde, messe in piedi fanno la loro figura (quale essa sia, lo dirà la Ale)!

Una nota personale: per profumare la frangipane ho usato il Marsala, che a mio parere ci stava benissimo!!!!

Crostatine pops

Prep Time: 1 hour

Cook Time: 15 minutes

Total Time: 1 hour, 15 minutes

Crostatine pops

Ingredienti

  • Per la pate foncer di Michel Roux (ho usato doppia dose)
  • 250 g di farina
  • 125 g di burro, tagliato a pezzetti e leggermente ammorbidito
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di zucchero (io l’ho messo abbondante)
  • ½ cucchiaino di sale
  • 40 ml di acqua fredda
  • Per la frangipane di Ambra
  • 100g di farina di mandorle (o mandorle pelate)
  • 100g di burro appena ammorbidito
  • 100g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 30g di fecola di patate/maizena
  • 2 cucchiai di Marsala Secco
  • marmellate a piacere (io fragole, frutti di bosco e albicocche)

Procedimento

  1. Per la frolla: Versate la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettete al centro il burro, l’uovo, lo zucchero e il sale, poi mescolateli e lavorateli con la punta delle dita. Unite la farina poco alla volta, lavorando delicatamente l’impasto finché assume una consistenza grumosa. Aggiungete l’acqua fredda e incorporatela delicatamente con la punta delle dita finché l’impasto comincia a stare insieme. Spingete lontano da voi l’impasto con il palmo della mano, lavorandolo di polso, per 4 o 5 volte finché è liscio. Formate un panetto, avvolgetela nella pellicola e mettetelo in frigorifero fino al momento dell’uso (almeno 3 ore prima). Potete anche farla nell’impastatrice, ponendo attenzione a versare l’acqua fredda a filo e poco per volta.
  2. Per la frangipane: Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungervi l'uovo leggermente sbattuto e l'acqua di fiori di arancio sempre lavorando con lo sbattitore, incorporare la farina di mandorle (o le mandorle precedentemente tritate finemente nel mixer con un paio di cucchiai di zucchero) poco per volta e la fecola (o maizena), continuando a montare.
  3. Per le crostatine: tagliare dischetti della misura desiderata (i miei saranno stati di 7 cm di diametro), riempire un dischetto con un cucchiano di frangiapne e uno di marmellata, inserire lo stecco di legno e premere bene per farlo aderire, con lo stampino scelto, togliere una parte dell'impasto dal dischetto da poggiare sopra, completare la crostatina e così via.
  4. Cuocere a 170° per 15 minuti circa

Notes

aggiungere al tempo totale il tempo di raffreddamento della pasta frolla

http://www.cookingplanner.it/2012/04/25/crostatine-pops/

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"