Torta all’arancia

Lug 14th

La devo smettere. Non si può andare avanti così. E’ già la terza volta in una settimana e sono solo al primo capitolo. Il problema è che devo andare a lavoro e, come la maggior parte dei pendolari (dico pendolari perché tanto muoversi dentro Roma corrisponde ad una viaggio in piena regola), passo il tempo sulla metro leggendo. C’è chi legge i giornali distribuiti gratuitamente,  chi i quotidiani nazionali, chi i giornali di gossip, chi ancora qualche libro … io in questi giorni sto leggendo un libro di Massari(tanto per cambiare), “Non solo zucchero” , I volume (perché c’è anche il secondo e si dà il caso che io lo possieda!).

Il problema serio è che mi immergo talmente tanto nella lettura di questo libro, che non mi accorgo della mia fermata e non scendo. Già la terza volta, questa settimana, come vi dicevo! Poi devo avere un sesto senso, perché appena si chiude la porta relativa alla mia fermata,  mi “risollevo” dal libro e comincio a dirmene  quattro: “eh, ma allora sei scema! E che caspita ma stai attenta no? E che ci vuole a leggere il nome della fermata?”.

E scendi alla fermata dopo, sali le scale, cambia direzione, aspetta la metro….perdo almeno 10 minuti buoni!! E sempre con il librone di Massari sotto il braccio, neanche fosse la mia borsa! La colpa è di Pasqualina che me lo ho fatto conoscere! Avrà sulla coscienza i miei ritardi lavorativi (meno male che fra una settimana si va in ferie)

Dicevo, un bel libro, tecnico, con molte spiegazioni. Quelle che difficilmente trovi in giro e che ti fanno capire come funzionano le cose. Non è un libro facile, o di svago … ma vale la pena averlo!! Io sto leggendo con attenzione la parte relativa alla frolla e alle masse montate! Di frolle ne ho provate un po’ e di torte anche: mettetevi l’anima in pace che vi farò venire Massari a noia!

Questa torta, per esempio, è buonissima: frolla, strato di marmellata d’arancio, massa montata all’arancio e decorazione semplice ma d’effetto! Buona e delicata. Poi la massa resta morbida, data la presenza del succo d’arancia e il connubio con l’uvetta è davvero indovinato.

Insomma, io vi lascio la ricetta

Torta all’arancia

Prep Time: 1 hour

Cook Time: 40 minutes

Total Time: 1 hour, 40 minutes

Torta all’arancia

Ingredienti

  • Per la frolla tipo Milano (io ho usato metà dose e sono venute fuori una due torte da 20 cm di diametro)
  • g 500 di burro
  • g 400 di zucchero a velo
  • g 100 di miele d’acacia
  • 1 scorza di limone grattugiata
  • 1 baccello di vaniglia
  • g 200 uova intere
  • g 4 sale
  • g 1000 farina 00
  • g 10 lievito in polvere (facoltativo e non l’ho messo)
  • Per la massa all’arancia (ho fatto metà dose anche qui)
  • g500 di burro
  • 2 baccelli di vaniglia (ho usato l’estratto di vaniglia homemade!)
  • g 450 di zucchero a velo
  • g 250 di succo d’arancia
  • g 250 di uova
  • g 400 di farina 00
  • g 500 di albumi
  • g 150 di zucchero
  • g 600 Mandorle bianche
  • g 300 di uvetta
  • g 300 di cubetti di buccia d’arancio condita (io li ho usati solo per decorare la superficie)
  • 1 barattolo marmellata d’arancia

Procedimento

  1. Per la frolla, nella bacinella della planetaria con scudo mettere il burro morbido ma ancora plastico, lo zucchero, il miele, gli aromi e amalgamare gli ingredienti omogeneamente senza montare; aggiungere le uova e il sale e, quando la massa burrosa sarà uniforme, incorporare anche la farina e il lievito setacciati. Lavorare poco, solo finché la farina si sarà ben amalgamata e mettere a riposare in frigo, coperta da pellicola, per almeno tre ore (ma meglio tutta la notte).
  2. Per la farcia, montare in planetaria media velocità il burro con la vaniglia e lo zucchero a velo, aggiungere pian piano il succo di arancio e le uova alternandole alla farina. Incorporate le mandorle in granella (io avevo la farina di mandorle e ho usato quella), i cubetti di arancia e l’uvetta. Montare a neve gli albumi con lo zucchero. Amalgamare delicatamente le due masse.
  3. Foderare il fondo della teglia, precedentemente imburrato, con la pasta frolla, spalmare un velo di arancia. Riempire fino a 2/3 della capienza con la massa d’arancia. Infornare la tortaa forno caldo, a 180° per 35-40 minuti (solito discorso..regolatevi col vostro forno!).Stampare due dischi, uno più grande e uno più piccolo, di pasta frolla (o uno se la torta è piccola) e cuocerli a 180°. Sfornare la torta e i cerchi e farli raffreddare.
  4. Posizionare i cerchi sulla torta e spolverarli con zucchero a velo. Riempire gli spazi vuoti lasciati dai cerchi con marmellata d’arancia. Decorare la parte più esterna con cubetti di candito.

Notes

al tempo totale va aggiunto il tempo di riposo in frigo della frolla

http://www.cookingplanner.it/2012/07/14/torta-allarancia/

Ah, per i Siciliani e per chi va in Sicilia, se vi servono arance buone, passate da loro: Contadini per passione  (e il nome la dice lunga!)

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"