Cronaca di una torta annunciata

Lug 2nd

Alzi la mano chi non si ritrova, con questo caldo, ad avere della frutta che prende la scellerata decisione di maturare troppo in fretta, per i tempi di consumo medi presentati dalla famiglia? Il problema è che il consumo  sì, d’estate aumenta in quantità e in frequenza (io per esempio potrei mangiare frutta solo d’estate..) però LEI è sempre un passo avanti! La frutta estiva riesce a maturare nonostante la nostra corsa contro il tempo dal fruttivendolo al frigo di casa, cercando di sistemare la busta di cartone con dentro le albicocche (un tipo di frutta moolto a caso) vicino al condizionatore della macchina, per poi parcheggiare, prendere le chiavi di casa prima di spegnere il motore (e quindi l’aria condizionata), il tutto dopo aver comprato la frutta più verde in possesso del fruttivendolo di fiducia! Ma nulla..il processo comincia non appena tiriamo fuori il portafoglio per pagare un conto, ultimamente sempre più pesante!

E va bene, cosa naturale direte voi! Peccato che poi uno si ritrovi sempre con un paio di kg di frutta matura, che comincia a dar segni di cedimento e che impone la solita scelta: marmellata o crumble? Mi metto lì a girare la frutta che cuoce o riempio una teglia con pezzi di frutta varia e ricopro con un po’ di briciole?

Per carità, io adoro i crumble! Però il prossimo che presento esco io (per decisione del consiglio di amministrazione in carica in questa casa)  quindi di fronte a un buon kg di albicocche mature che mi chiedeva incessantemente di quale morte dovesse morire ho capito che la risposta doveva essere leggermente diversa dal solito!

Ho optato così per una torta: una torta di albicocche morbida e profumata, che ha il grosso vantaggio di non dover stare in frigo e di essere semplice da fare (ed altrettanto semplice da mangiare). Torta armoniosa, con colori bellissimi  e, per me, deliziosa che dedico a due amiche dalle stesse caratteristiche! E a cui l’avevo promesso da tempo!

Torta all'albicocca, ricotta e vaniglia

Prep Time: 20 minutes

Cook Time: 50 minutes

Total Time: 1 hour, 10 minutes

Torta all'albicocca, ricotta e vaniglia

Ingredienti

  • 400 ricotta
  • 400 farina
  • 400 zucchero
  • 4 uova
  • 350 g albicocche
  • 120 g burro
  • Metà bustina di lievito per dolci
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • Zucchero semolato per la superficie

Procedimento

  1. Versare, nella ciotola di una planetaria, la ricotta setacciata, lo zucchero e le uova. Sbattere per due o tre minuti (ovviamente si può fare anche con il normale sbattitore). Aggiungere le albicocche, precedentemente lavate, denocciolate e tagliate in pezzi non troppo piccoli e l’estratto di vaniglia (se le albicocche sono quelle piccoline, le lascio solo divise a metà). Mescolare lentamente con il gancio a foglia o con una paletta di legno. Aggiungere e mescolare bene il burro fuso e intiepidito. In ultimo, aggiungere la farina setacciata insieme al lievito. In una teglia con diametro di 24 cm imburrata versare un paio di cucchiai di pan grattato (provate ad usare il pangrattato al posto della farina … non restano mai delle parti bruciacchiate!) e coprire bene le parte imburrata. Versare il composto, cospargere di zucchero semolato (per creare in cottura una sfiziosa crosticina ) e mettere in forno già caldo a 170° per 50 minuti. Ha una cottura un pochino lunga, quindi controllate sempre con uno stecchino. Una versione molto gradevole, già verificata, è con ciliegie e due cucchiai di acqua di rose.
http://www.cookingplanner.it/2012/07/02/cronaca-di-una-torta-annunciata/

LE VOSTRE FOTO:

La torta di Donatella

La torta amaretto e pesche di Daniela

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"