I Tortini di ISCHL

Nov 28th

I souvenir … ne ho di tutti i tipi: le calamite per il frigorifero, le tegole variamente dipinte, i quadretti in plastica, i piattini con la scritta “ciao da…” e i portachiavi! Come non citare i portachiavi? Queste erano le cose che mi portavano fino a qualche anno fa. Da un po’ di tempo le cose sono cambiate: o mi portano roba da mangiare tipica del posto o libri di ricette, sempre tipiche del posti! Che vorrà dire???? Ne sono contenta … mi piace approfondire il cibo di paesi che nella maggior parte dei casi non conosco..anche se ogni tanto ti portano dei libri tipo : “come fare dei dolci con alla base il preparato taldeitali”! La sorellina, dall’America, mi portò 300 pagine di un libro fatto così!!!! Che la possino! Però ultimamente si è fatta perdonare, in merito ai souvenir: è stata a Vienna e mi ha portato un libricino con le ricette preferite da Sissi.

Mi rendo conto che per molti può non significare assolutamente nulla, ma Sissi e la trilogia dei suoi film ce l’ho nel cuore: quelli sono i film con cui ogni anno durante le vacanze di natale, ammorbavo tutto il parentado (allora la televisione in casa era una..e quindi dovevano sopportarmi anno dopo anno), i film che i miei amici mi regalarono, in versione dvd, al venticinquesimo compleanno pensando di prendermi bonariamente in giro mentre io zampettavo per la felicità, i film con i vestiti più belli del mondo, diciamolo.

Insomma, guai a chi mi tocca Sissi. Sto pregustando la programmazione natalizia prossima (tanto lo so che li rimettono il sabato, approssimativamente fra le 17 e le 21…) e mia sorella che mi porta? Un librettino con le ricette preferite dall’imperatrice, dritto dritto dal Museo a lei dedicato! Se mi avesse portato metà della mia wish list libresca sarei stata meno contenta. Non dico che sia il capolavoro dell’editoria viennese ma per me è spettacolare e tanto basta per provare subito qualche ricetta, sia mai dovessi vedermi Franz e Sissi spuntarmi in salotto, al seguito della tanto antipatica Maman Sofia (suocera di Sissi) e da Nenè (che Dio ce ne scampi e liberi da quella lagna mortale della sorella maggiore di Sissi).

Ci sono ricette dall’antipasto al dolce e io, tanto per variare, ho provato subito un dolcetto! Non biasimatemi: Assunta sta per concludere il suo contest e almeno una ricetta in corner gliela volevo mandare! (arrivo Assuntinaaa!).

Ho provato l’ISCHLER TORTCHEN (il tortino di ISCHL, luogo in cui i Franz e Sissi si innamorarono), che insieme allo Stollen erano i dolci regionali tipici per cui l’imperatrice aveva una grande predilezione (considerando poi che mangiava pochissimo, per mantenere il suo aspetto molto snello).

Eccolo qui Assunta, tutto per il tuo contest!

ISCHLER TORTCHEN (tortino di ISCHL, dal libro Le ricette preferite di Sissi)

Prep Time: 1 hour

Cook Time: 10 minutes

Total Time: 1 hour, 10 minutes

ISCHLER TORTCHEN (tortino di ISCHL, dal libro Le ricette preferite di Sissi)

Ingredienti

  • Per i dischi del tortino:
  • 280 g di burro
  • 280 g di farina (io ho usato la 00)
  • 140 g di zucchero
  • 140 g di mandorle macinate (io ho usato la farina di mandorle)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di cannella,
  • 2 cucchiai di rum
  • Per il ripieno:
  • 160 g di burro
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 80 g di cioccolato fondente
  • Due cucchiai di rum o cognac
  • Marmellata di albicocche e di ribes (io ho usato quella di lamponi)
  • Decorazione,
  • glassa al cioccolato (la ricetta non era spiegata quindi potete usare quella che preferite)
  • frutta secca tritata per decorare

Procedimento

  1. Lavorare il burro con la farina (io l’ho sabbiato),aggiungere lo zucchero, le mandorle macinate, il sale, la cannella e il rum in una ciotola. Lavorare fino ad avere un composto morbido ed omogeneo (se fosse poco morbido, aggiungere un cucchiaio di acqua freddissima). Far riposare in frigo per almeno due ore.
  2. Stendere l’impasto a 3 mm di spessore (io abitualmente lo faccio fra due fogli di carta forno leggermente spruzzati di farina) e tagliare dei cerchi di 5-6 cm di diametro.
  3. Cuocere a 180° per 8-10 minuti.
  4. Nel frattempo preparare il ripieno: montare il burro con lo zucchero a velo, aggiungere la cioccolata sciolta a bagno maria e raffreddata e il liquore scelto.
  5. Su un cerchio spalmare il ripieno di crema al burro, su di un altro la marmellata e unire le due metà del tortino.
  6. Ricoprire con la glassa di cioccolata (per esempio quella di una sacher va benissimo)e guarnire con la frutta secca tritata.

Notes

al tempo totale va aggiunto il riposo in frigo

http://www.cookingplanner.it/2012/11/28/i-tortini-di-ischl/

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"