I fiocchi di neve di Poppella

Feb 25th

Visti l’anno scorso girovagando fra i vari siti e appurato che erano la nuova follia collettiva di Napoli, ho detto a lei: la prossima volta che vengo a trovarti, mi porti a provarli? E così fu, anzi Pasqualina mi portò direttamente una bella scatola colma di quelli che potremmo chiamare “i famigerati”: i fiocchi di neve di Poppella, ovvero piccole brioche tondeggianti ripiene di una crema di ricotta, morbidi e golosi che provenivano da una piccola pasticceria del rione Sanità, Poppella appunto.

Ma i Maritozzi?

Comprendetemi, vengo da Roma, il luogo che ha dato i Natali ai maritozzi con la panna, e volete che non rimanga colpita da siffatte briochine?

Quindi la questione era: rifarle o morte.

Ci ho messo un po’, ci ho pensato ma soprattutto il ripieno restava un rompicapo. Finché non ho visto il post di Alexandra, che prendeva a sua volta spunto dalla sua amica Valentina ed è stato amore.

Ve la farò breve: li ho provato e mi sembrano davvero i fiocchi di neve di Poppella! Io ho fatto un errore procedurale: le brioche andavano farcite da calde, proprio per la capacità del ripieno di adattarsi meglio alla forma quando questa è così malleabile per la temperatura interna. Invece ho aspettato che si freddassero (guai a non leggere attentamente le ricette) e quindi non ha riempito bene come avrebbe dovuto. In ogni caso erano buonissime lo stesso e la prossima volta seguirò alla lettera il procedimento.

Vi lascio questa bella ricetta, anche facile da eseguire.

I fiocchi di neve di Poppella

I fiocchi di neve di Poppella

Ingredienti

    Per 15-16 pezzi
    Per l'impasto
  • 125 g di farina di manitoba
  • 100 g di farina 00
  • 40 g di burro morbido
  • 60 g di zucchero
  • 8 g di lievito di birra
  • 40 g di acqua tiepida
  • 85 g di latte intero
  • 2 pizzichi di sale
  • la polpa di mezza bacca di vaniglia
  • Per il ripieno
    Crema di latte
  • 200 g di latte intero
  • 100 g di panna fresca
  • 20 g di amido di mais
  • 40 g di zucchero
  • mousse ricotta e panna
  • 250 g di ricotta di pecora setacciata
  • 150 g di panna fresca
  • 150 g di zucchero a velo
  • zucchero a velo per terminare

Procedimento

  1. Nella planetaria lavorate tutti gli ingredienti tranne il burro. Quando l'impasto risulta ben incordato, aggiungete il burro in piccoli pezzetti in 3 riprese.
  2. Ogni volta che unite il burro, lavorate l'impasto fino a farlo assorbire, poi aggiungete la seconda parte, fate assorbire e poi unite il resto.
  3. Coprite l'impasto ottenuto nella ciotola con una pellicola e un canovaccio e fatelo lievitare al caldo, fino a che non avrà raddoppiato il suo volume.
  4. Mentre l'impasto lievita preparate la crema del ripieno. In una pentola mettete il latte, la panna, lo zucchero e l'amido precedentemente sciolto in 2 dita di latte per evitare che si formino grumi, cuocete a fuoco moderato fino a che il composto non si addenserà.
  5. Fate raffreddare.
  6. In una ciotola montate la ricotta con 50 g di zucchero a velo, a parte montate la panna con 100 g di zucchero a velo, unite i due composti delicatamente e versate la crema di latte ormai fredda, amalgamate il tutto e conservate la crema in frigo fino a che non sfornerete i bocconcini.
  7. Una volta lievitato l'impasto, ricavate 15 palline della dimensione di un pallina da biliardo ed effettuate la pirlatura, cioè quel metodo di tirare dolcemente l'impasto dalla superficie della pallina e con un movimento delicato sulla spianatoia, che permette di portarlo in basso per permettere di lisciare la parte superiore.
  8. Una volta ottenute delle belle palline lisce, mettetele in dei pirottini di carta da muffins e disponeteli su una teglia da forno, distanziandoli (io non li ho usati, perché provvisoriamente sprovvista e ho fatto la forma di piccoli panini e messo semplicemente in teglia)
  9. Fate lievitare in forno spento per almeno 40 minuti.
  10. Trascorso questo tempo, cuocete i fiocchi a 170° per 7-8 minuti, dovranno rimanere chiari.
  11. Mettete la crema di latte in un sac-à-poche con bocchetta tonda, sfornate i bocconcini e farciteli ancora caldi di lato oppure dal basso fino a che il bocconcino non sarà pieno zeppo di crema all'interno.
  12. Spolverate con zucchero a velo una volta intiepiditi e gustate.
  13. Si conservano in frigo per 2 giorni coperti con della pellicola.
http://www.cookingplanner.it/2017/02/25/i-fiocchi-di-neve-di-poppella/

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"