Sospiri…

Mar 15th

La Pasionaria -cocò giocava tranquilla a “infiliamo-una-supposta-vera-a-un-bambolotto-finto” . Purtroppo cocò ha un’inopportuna paura verso le “toppottine”, inopportuna perchè soffre continuamente di tosse, raffreddore, mal di gola e quindi supposte e altri ausili medici sono sempre nostri fedeli compagni di viaggio. Quando mi aveva chiesto di mettere una supposta al bambolotto l’ho assecondata, sperando che magari così potesse esorcizzare la sua paura. Il problema è che, come al solito, non si accontenta e quindi aveva deciso di prendere 3 supposte di 3 formati e colori diversi, e stava armeggiando per riuscire a togliere l’involucro. Io, onestamente l’ho lasciata fare. l’unica certezza che ho è che, alla fine, di 3 supposte solo 2 rispondevano all’appello e non voglio neanche sapere che fine ha fatto fare alla dispersa. Data la calma apparente ho pensato che fosse il momento buono per poter provare una ricetta di Salvatore De Riso. Ho cominciato così a prendere gli ingredienti (e a fare rumore, ovviamente). A quel punto Cocò alza il viso di scatto e chiede “che mangiiiii?????” mentre corre verso la cucina, sia mai dovesse perdersi qualcosa (questa sua reazione tipica è causa di scene comiche della serie, io che provo a bere il the e appena lei mi chiede “che mangi?”  mi strafogo i 3 biscotti che avevo sul piattino, altrimenti non li rivedrei più…). Quando mi vede armeggiare sul tavolo, si siede sul seggiolone e dice che vuole cucinare pure lei. “Ti piace cucinare?” le chiedo, tutta orgogliosa, “No, mi piasce mangiare”. Ah ecco. In ogni modo decide di cucinare anche lei e prende in mano dei cereali al cacao e delle patatine al formaggio e comincia a schiacciarli fino a ridurli in polvere. Li mescola nel piattino e poi, di botto, tira su il piattino e se lo spiaccica sulla faccia, leccandone il contenuto. “Hummm..che bono“. Guardo un attimo con ribrezzo quella polvere strana e decido che è giunta l’ora di preparare la base. Uova, zucchero, farina, etc.. etc.. Faccio per accendere lo sbattitore..”il prosssciuttoooo!” Uffaaa..io odio essere interrotta mentre cucino ma potevo negarle una misera fetta di prosciutto crudo dopo 2 biberon di latte, la pizza bianca e una polvere non meglio identificata? “Una fetta e basta”. Lei la mangia e accendo lo sbattitore. Dopo pochi minuti dovevo cominciare a montare i bianchi quando mi accorgo che lei aveva appena chiuso il frigo e di corsa si era avviata verso il divano. Humm…non mi quadrava, non mi convinceva per niente. La raggiungo e la trovo con tutta la confezione di prosciutto crudo sulle gambe mentre stringe contemporaneamente 2 hg di prosciutti e cerca di mangiarlo a pezzi. “Voio il prossciutto”. Le tolgo quello che rimaneva del mio amato salume, la rimprovero come si deve..e poi cerco di riprendere a montare i bianchi. Ma si può cucinare così?????? La cosa è andata avanti per tutto il pomeriggio e giuro che ci ho messo il massimo impegno nel cercare di finire questi Sospiri di Sal de Riso….che vi assicuro per me si chiamano sospiri di nome e di fatto ( ..tralascio il disastro epico della cucina fra la preparazione dei dolci e le marachelle di Cocò!)

Questa ricetta è, a mio avviso, molto particolare perchè utilizza il rosmarino in un dolce, in abbinamento ai frutti di bosco e…. mi è piaciuta molto. L’unica condizione è quella di amare spassionatamente il rosmarino perchè il retrogusto è intenso!

RICETTA: SOSPIRI AL ROSMARINO E FRUTTI DI BOSCO DI SALVATORE DE RISO

Ingredienti

Per il pan di spagna leggero:

  • 300 gr di uova intere ( 6)
  • 180 gr di zucchero
  • 80 gr di farina 00
  • 50 gr di fecola
  • buccia grattugiata di 1/2 limone
  • 1 gr di rosmarino tritato

Per la crema al rosmarino

  • 350 gr di latte fresco intero
  • 150 gr di panna fresca
  • 80 gr di tuorlo d’uovo (circa 4)
  • 150 gr di zucchero
  • 40 gr di amido di mais
  • 2 gr di sale
  • 10 gr di rosmarino fresco (o 6 gr di rosmarino secco)

Per la glassa ai frutti di bosco

  • 300 gr di frutti di bosco
  • 300 gr di zucchero
  • 7 gr di amido di mais
  • 10 gr di gelatina
  • 10 gr di succo di limone

Procedimento

Preparate il pan di spagna leggero. Rompete le uova e separate i tuorli dagli albumi. In un’ampia terrina montare i tuorlo con 40 gr di zucchero, il limone grattugiato e il rosmarino tritato. A parte, montate gli albumi con i rimanenti 50 gr di zucchero e 5 gocce di succo di limone, fino a farli diventare ben sodi. Setacciate la farina e la fecola. Unite delicatamente i tuorli e gli albumi montati e aggiungete poco per volta la farina e la fecola. Colate il composto in semisfere di silicone di 3 cm di diametro e cuocete in forno, già caldo, a 170° C per circa 10 minuti. Quindi lasciate raffreddare a temepratura ambiente. Ogni sospiro sarà composto da due semisfere di pan di spagna.

Preparate la crema al rosmarino. Fate bollire la panna e il latte con il rosmarino e lasciatelo in infusione per circa 30 minuti. A parte, in un pentolino miscelate i tuorli con lo zucchero, l’amido e il sale. Filtrate il latte e la panna e aggiungetelo al composto di tuorli e zucchero. Cuocete la crema a 82°C, (quando si ispessisce) poi raffreddate velocemente in freezer stendendola in una teglia d’acciaio (serve ad evitare la formazione di batteri), ricoperta a contatto diretto con pellicola trasparente.

Preparate la glassa ai frutti di bosco. frullate in un frullatore i frutti di bosco puliti con lo zucchero e l’amido. Versate in una pentola e fate bollire a fuoce basso, rimestando con un cucchiaio di legno, fino ad arrivare a una temepratura di 104°. Togliete dal fuoco e aggiungete il succo di limone e la gelatina, preedentemente messa a bagno in acqua fredda. Poi filtrate attraverso una retina eliminando eventuali grumi e semini della frutta (io li ho lasciati). Conservate la glassa a temperatura ambiente, ricoperta con pellicola trasparente posta a diretto contatto con la superficie.

Preparate i sospiri. Senza sformarle dal loro stampo, farcite le cupolette di pan di spagna con la crema al rosmarino, aiutandovi con un sac-a-poche con la bocchetta riccia di 8 mm di diamtero. Togliete dallo stampo di silicone la metà delle cupolette farcite e tagliate la parte tondeggiante. Adagiate al centro di ognuna uno spuntone di crema al rosmarino e sopra sistemate un’altra cupoletta farcita, facendole aderire fra loro con la crema. ponetele in freezer per circa 3 ore. Trascorso il tempo necessario sistemate i sospiri sopra una griglia e glassateli, con l’aiuto di un mestolino, con la glassa riscaldata ad una temepratura di circa 35°C. Decorate la superficie del sospiro con un aghetto di rosmarino, precedentemente bagnato in acqua e passato nello zucchero semolato.

P.S.: io non ho gli stampi a cupoletta, quindi ho utilizzato un sac-a-poche creando delle piccole spirali, con l’impasto del pds, su una teglia ricoperta con la carta forno. Avrei dovuto fare le spirali più alte..ma era il primo tentativo e non mi sono regolata bene!

Con questa ricetta partecipo a

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"