Le 5 frolle

Dic 12th

Io e le mie amiche (virtuali perchè conosciute in rete ma realissime per quanto riguarda affetto, complicità, collaborazione, appoggio, etc…) abbiamo una tradizione a mio avviso molto carina:

Il BISCOTTO_DI_NATALE_DAY.

Ogni anno scegliamo un giorno e ci mettiamo in cucina, contemporaneamente (per quello che è possibile! A volte qualche differita capita :P) e cuciniamo biscotti natalizi, o comunque quello che il natale ci ispira! Poi raccogliamo il frutto del nostro lavoro e lo condividiamo fotograficamente! E’ come fare un buffet biscottesco virtuale!

Devo dire che questa giornata la aspetto sempre con molto affetto, perchè è un modo per condividere e migliorare l’atmosfera natalizia! E ci raccontiamo dei nostri successi, disastri, piccoli incovenienti e mangiate fenomenali di biscotti da parte dei fortunati parenti!

Quest’anno non sapevo bene cosa fare..quando è venuta in mio aiuto Friggi62, che su Gennarino ha postato una ricetta di una torta a dir poco meravigliosa: “Le 5 frolle” di Gianluca Fusto. Una crostata, certo..ma che crostata! Formata da 5 strati di pasta frolla friabile, profumata e sottilissima, intervallati da marmellata (io l’ho provata sia con frutti di bosco che con lamponi)! A completare il tutto, un delizioso stroisel e granella di pistacchi!

5 strati diversi ma che insieme stanno benissimo, un pò come le mie amiche ed io! Torta perfetta per il BISCOTTO_DI_NATALE_DAY! Grazie di esserci, ragazze…

Vi riporto la ricetta e il procedimento che ha scritto Friggi (che ho seguito in tutto tranne che per la farina…l’ho comprata al mulino che ho la frotuna di avere vicino casa!), e dichiaro la mia spassionata ammirazione per Fusto!!

Ricetta: Le 5 frolle

Ingredienti

Per la frolla:

  • Burro 204g
  • Zucchero a velo 90g
  • Tuorlo sodo 15g
  • Farina (Fusto usa la farina Petra 5) 252g io ho utilizzato Molino Vigevanomiscela per Crostate e biscotti
  • Fecola 51g
  • Cannella in polvere 7g ne ho messo solo una piccola spolverata
  • Buccia di limone passata allo zester 4g

per lo Stroisel:

  • Zucchero di canna scuro 34g
  • Farina Petra 1 34g[/i] ho utilizzato una 00 del super
  • Farina di mandorle 34g
  • Burro 34g

Le dosi dello streusel sono abbondanti, la prossima volta le dimezzero’

Per il ripieno

  • Marmellata di albicocche 60g (marmellata di lamponi 150 gr)
  • Pistacchi 135 (g sufficienti 50g)
  • Stroisel 75g (sufficienti 40-50gr)
  • Zucchero a velo qb

Tabella di marcia seguita
giorno 1 : preparazione frolla e dello streusel
giorno 2: formatura,congelamento e cottura dei dischi di frolla e lo streusel
giorno 3 : montaggio e consumo crostata

Per la preparazione della frolla ho seguito le indicazioni del blog
Portate il burro a 25°, impastate quindi in planetaria il burro, lo zucchero a velo e il tuorlo precedentemente setacciato.
Setacciate insieme la farina, la fecola e la cannella. Aggiungere i restanti ingredienti al burro e lavorare sino a ottenere un impasto omogeneo.
Poi mi sono comportata cosi’
Frolla in frigo per 1 giorno, diviso in 4 parti la palla. Ho disteso un pezzo di frolla sul foglio acetato e aiutandomi con la pellicola, ho disteso con il matterello, poi coppato con forma circolare di diametro 16 cm secondo me si puo’ tirare fino a 20. Ho messo da parte gli esuberi che ho riutilizzato per creare il quinto disco. Ho sovrapposto i 5 dischi intervallati da acetato e posto in freezer fino a completo indurimento.
Questo trattamento di congelamento della frolla lo avevo visto in un video dello stesso Fusto.
Ho cotto a 150° forno preriscaldato e a fessura, due dischi per volta per 20 minuti ca.

Per lo streusel, come il blog
Setacciate tutti gli ingredienti in polvere. Aggiungete il burro a cubetti freddo amalgamando il tutto con con la foglia nella planetaria. Conservate in frigorifero.
Poi ho agito cosi’
Dopo un giorno di frigo , la palla indurita l’ho grattugiata ottenendo uno sbriciolamento che ho poi ‘riappalinato’ con i polpastrelli.Congelatore. Cottura forno a 160 fino all’imbiondire (ca 10 min).

Ho disteso i dischi di frolla sul tavolo e ‘dressato’ ciascuno per 2/3 con la marmellata di lamponi ( appena riscaldata su fuoco) utilizzando il dorso del cucchiaio e partendo dal centro. Nel blog si suggerisce l’uso di sac a poche con bocchetta piatta da 4, ma mi sono trovata meglio a fare cosi’
Ho spolverato con zucchero a velo il terzo restante e sovrapposto.
Sul disco superiore ho distribuito i pistacchi prima abbrustoliti e grossolanamente tritati, e poi lo streusel

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"