Un passo alla volta…

Apr 9th

Credo che sia giusto dare anche delle buone notizie ogni tanto…

Tre settimane fa, poco prima di raccontarvi i risultati non eclatanti della vicenda del Santa Lucia, ho scritto alla Presidenza della Repubblica, chiedendo di leggere la lettera che avevo scritto alla Presidente della Regione Lazio e chiedendo anche di fare qualcosa perchè non avevo avuto risposta alcuna. Diciamo che consideravo il Presidente Napolitano l’ultima risorsa.

Non ci speravo molto, perchè nella mia esperienza, nel 90% dei casi le istituzioni, gli ospedali, i professori, etc.. non rispondono alle mail e ti lasciano appesi, così, senza farti capire molto (abitudine, purtroppo, solo italiana). E poi non ci credevo perchè in questo periodo sono davvero sfiduciata sul futuro politico dell’Italia. Bene, ieri sera, tornando a casa, nella cassetta della posta ho trovato una lettera del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, in cui mi si informa che il problema da me sottoposto  verrà presentato all’attenzione del Ministro della Salute e della Regione Lazio. Sono stata piacevolmente sorpresa e questa lettera mi ha ridato la speranza: se uno chiede, insiste, qualche autorità pubblica risponde e avere questa speranza è di un’importanza capitale per me, soprattutto in questo “periodo storico”. Se poi ci mettete che alcuni bravissimi genitori del  Santa Lucia, che si stanno battendo davvero molto per la causa, mi hanno segnalato questo , beh..io non so se le due cose sono legate, magari no, però volete mettere riuscire ad essere contenti, una volta tanto? Non dico nulla di ufficiale sul Santa Lucia, perchè mi tocca anche essere scaramantica, ma immaginate cosa ho provato dopo aver letto?

Ultima cosa, un aneddoto che riguarda Albertino mimì. Proprio ieri è arrivata la sua prima sedia a rotelle..da lui ribattezzata “La Carrozza”. Vi confesso che quando la sua terapista mi ha segnalato la necessità di usarla per i percorsi lunghi, è stato un colpo al cuore. Speravo che non fosse necessaria, che il deambultore e i tutori sarebbero stati sufficienti..ma in effetti fare percorsi lunghi è diventato sempre più complesso. Poi avevo molto timore che per il mio bambino sarebbe stato difficile accettarlo. Siccome però, lui è molto più forte di me e ha risorse che non immagino…ne è entusiasta!!! Un pò perchè, parliamoci chiaro, è un piccolo ufo: tutta verde metallizzata, con le ruote piccole con tantissime luci e quelle grandi con su stampate due leoni (tipo Alex di Madagascar, per intenderci), praticamente l’ha presa per un gioco e non vuole che nessuno la tocchi! La Pasionaria ne è addirittura gelosa e cerca di toccarla di nascosto! E per me non ha prezzo vederlo così entusiasta di una cosa. Per ora mi godo questo bel momento. E ho deciso che voglio “giocare” anche io, dopo un inverno duro..e un pò triste! Quindi, inauguro ufficialmente il “mese della leggerezza” e non soprendetevi se vedrete post giocosi, leggeri, scherzosi, molto poco seriosi e con iniziative fatto al solo scopo ludico! E’ solo che ho voglia di divertermi e magari farlo insieme a voi! In fondo la cucina mi fa stare così bene che non vedo il motivo di non passare un pò di tempo a coniugarla con altre passioni divertenti e, perchè no, condivederli con voi! Stay tuned!!!

Potrebbero interessarti anche...:

About the Author,

Maria Grazia Viscito, alias Caris, 39 anni, ingegnere, di Roma, con una grande passione per il cibo e la fotografia, cucina "per legittima difesa"